colostomia

  1. Quando i pazienti oncologici hanno una colostomia?
  2. Come eseguire l'operazione?
  3. Raccomandazioni al paziente dopo colostomia
  4. Nutrizione dopo colostomia
  5. Cura della colostomia
  6. Possibili complicanze in un paziente con colostomia

Una colostomia è una procedura chirurgica durante la quale una sezione del colon viene espulsa attraverso un foro nella parete addominale e si forma una colostomia - un foro per lo scarico di feci, muco e gas. Questa operazione viene eseguita in varie malattie del colon e del retto. Spesso è necessario ricorrere a esso in pazienti di cancro.

Il colon è una parte dell'intestino crasso. Assorbe acqua e alcuni nutrienti, forma masse fecali, che poi entrano nel sigmoide, nel retto e sono evacuati verso l'esterno attraverso l'ano (ano).

In violazione della funzione del colon, del retto e dell'ano, l'evacuazione delle masse fecali diventa molto difficile o addirittura impossibile. È questo problema che risolve la colostomia. Il chirurgo crea un foro artificiale che prende temporaneamente o definitivamente le funzioni dell'ano.

Quando i pazienti oncologici hanno una colostomia?

Indicazioni per la colostomia nel cancro:

  • Interventi chirurgici durante i quali il retto viene completamente rimosso dal tumore.
  • Interventi chirurgici durante i quali viene rimosso il colon, ma a causa dell'alto rischio di complicanze (peritonite, taglio attraverso le suture), le estremità dell'intestino non possono essere suturate.
  • L'incapacità di rimuovere un tumore dell'intestino a causa delle gravi condizioni del paziente o di altri motivi. In questo caso, la colostomia viene eseguita come un intervento di chirurgia palliativa.
  • L'operazione, durante la quale è stato rimosso il tumore dell'intestino, ma il chirurgo non è sicuro dell'affidabilità dei punti.
  • Complicazioni del cancro del colon e del retto: germinazione negli organi vicini, formazione di fistole, sviluppo del processo infiammatorio purulento.
  • Sviluppo di un grave processo infiammatorio nel retto dopo un ciclo di radioterapia per tumori pelvici maligni.

Come eseguire l'operazione?

Una colostomia viene eseguita in anestesia generale in sala operatoria, a cielo aperto o per via laparoscopica. A seconda dello stato dell'intestino, le due estremità dell'intestino possono essere orlate nella pelle o solo una. Di conseguenza, la colostomia può essere a doppia canna oa canna singola.

Il chirurgo sceglie il luogo in cui rimuovere la colostomia, a seconda della posizione della lesione intestinale, del grado di sviluppo del tessuto adiposo del paziente, delle condizioni della pelle (è molto difficile per la colostomia estrarre la cicatrice).

Dopo aver applicato una colostomia per raccogliere le masse fecali attaccare un sacchetto di plastica speciale - calopriemnik. È attaccato alla pelle con un supporto adesivo. A volte la colla viene applicata direttamente sulla borsa per raccogliere le feci e, a volte, su una speciale piastra separata, che è attorcigliata sul collo del contenitore, come il tappo sulla bottiglia. Ci sono ancora dei catapoli montati su una cintura speciale, ma non sono molto convenienti, quindi sono attualmente usati raramente. I kalopriemniki moderni sono abbastanza convenienti, non interferiscono praticamente con la vita e il lavoro quotidiano, ma richiedono una manutenzione e una sostituzione regolari. La natura delle feci dipenderà dal livello in cui l'intestino viene disegnato sulla pelle. Se una grande parte dell'intestino viene lasciata, sono praticamente la stessa del normale.

Raccomandazioni al paziente dopo colostomia

Prima di iniziare a prendere qualsiasi farmaco, assicurarsi di consultare un medico. Alcuni farmaci possono causare stitichezza o diarrea. Se sei in cura per altre malattie, assicurati di dire al tuo medico che hai applicato una colostomia. Seguire la dieta raccomandata da un oncologo. Se necessario, contatta il tuo nutrizionista - creerà per te una dieta che ti aiuterà a evitare stitichezza, diarrea e aumento della formazione di gas.

Effettui la cura completa quotidiana della colostomia, cambi regolarmente il catetere. Questo aiuterà a evitare complicazioni. Cerca di vivere la vita più piena possibile, per quanto consentito dalla malattia di base. Una colostomia causa disagio psicologico in molti pazienti, soprattutto all'inizio, ma è impercettibile sotto i vestiti e praticamente non interferisce con le faccende domestiche e il lavoro.

Nutrizione dopo colostomia

Ritornare a una dieta normale dopo l'operazione avviene gradualmente:

  • E 'vietato mangiare e bere durante il primo giorno, puoi solo inumidire le labbra con l'acqua o tenere un pezzetto di ghiaccio in bocca per un po';
  • il giorno è solitamente permesso di bere acqua;
  • il secondo giorno dopo l'operazione, il paziente riceve gradualmente cibo liquido e morbido.

La nutrizione umana dopo la colostomia è diversa dalla nutrizione sana. Gli obiettivi principali - prevenire costipazione e diarrea, aumento della formazione di gas. Raccomandazioni generali prima della dimissione dall'ospedale daranno un oncologo. In futuro, puoi contattare un nutrizionista.

È preferibile mangiare 4-5 volte al giorno all'incirca alla stessa ora, senza perdere un singolo pasto. È necessario masticare lentamente, con attenzione. È necessario evitare di mangiare grandi quantità di alimenti che hanno effetti fissativi e lassativi che causano una maggiore formazione di gas.

Cura della colostomia

Il capstan deve essere cambiato mentre è riempito. Se non si apportano modifiche nel tempo, si traboccherà e si spaccherà da solo. Questo può portare a grandi inconvenienti.
Durante ogni sostituzione del comparto della colostomia, la pelle attorno alla colostomia deve essere accuratamente lavata con acqua calda e sapone, i capelli devono essere rasati e rimuovere i resti della base di colla. Sullo strato adesivo viene tagliato un foro il cui diametro deve essere 3-4 mm più grande della dimensione della colostomia. Quindi rimuovere la pellicola protettiva e attaccare la sacca per la colostomia alla pelle, dal basso verso l'alto. Sfilatelo nella direzione opposta - dall'alto verso il basso.
Prima della dimissione dall'ospedale, al paziente e ai suoi parenti verrà insegnato come curare indipendentemente la colostomia, per cambiare il contenitore della colostomia.

Possibili complicanze in un paziente con colostomia

Come risultato del costante contatto con il contenuto dell'intestino e la base adesiva del caloforio, possono verificarsi irritazione, arrossamento, prurito, dolore, eruzioni cutanee sulla pelle attorno alla colostomia. Per la prevenzione e il controllo di questa complicanza utilizzare creme e creme protettive speciali.

Altre possibili complicazioni:

  • Suppurazione dei tessuti attorno alla colostomia. Si manifesta con dolore, febbre, arrossamento della pelle.
  • La morte dell'intestino, derivata sul muro dell'addome. Cambia colore, diventa nero, c'è dolore intenso, lo scarico delle feci è disturbato.
  • Ernia. Questa complicazione può verificarsi dopo qualsiasi operazione in cui viene praticata un'incisione nella parete addominale.
  • Prolasso dell'intestino. In questo caso, possono verificarsi violazioni e morte.
  • Cicatrici e restringimento del lume intestinale. Le feci non si allontanano a lungo, il dolore e il disagio nell'addome.

Se si verifica uno dei sintomi sopra descritti, consultare immediatamente un medico.

Anche se una colostomia viene eseguita con uno scopo palliativo, può alleviare notevolmente la sofferenza e prolungare la vita del paziente oncologico. Nella clinica europea, l'imposizione di colostomia e altre operazioni per il cancro del colon e retto eseguita da chirurghi esperti Rispettiamo gli standard europei, usiamo tecniche moderne e questo ci aiuta a migliorare i risultati del trattamento, la prognosi per i nostri pazienti.

Registra su consultazione tutto il giorno

Quando i pazienti oncologici hanno una colostomia?
Come eseguire l'operazione?
Quando i pazienti oncologici hanno una colostomia?
Come eseguire l'operazione?